La lettera aperta è uno strumento usato dai gruppi della carità.
Contiene un brano biblico con lectio, meditazione, approfondimento e traccia per la preghiera.

Per un download immediato del file pdf per stamparlo in formato fascicolo A5
clicca qui.

Qui di fianco trovate l'archivio delle lettere degli anni passati.

Su richiesta è disponibile anche l'
audio della lectio.

Di alcune lettere è disponibile anche un piccolo video (segnalato nelle presentazioni).

copnov2017
Quando pregate...

Dio conosce meglio di noi stessi le nostre necessità,
ma vuole che gliele presentiamo con audacia e con insistenza,
perché questo è il nostro modo di partecipare alla sua opera di salvezza.
La preghiera è il primo e principale “strumento di lavoro” nelle nostre mani!
Insistere con Dio non serve a convincerlo,
ma a irrobustire la nostra fede e la nostra pazienza,
cioè la nostra capacità di lottare insieme a Dio
per le cose davvero importanti e necessarie.
Nella preghiera siamo in due: Dio e io
a lottare insieme per le cose importanti.

(Papa Francesco)

Lettera aperta novembre 2017 - Quando pregate... (file di lettura)

copOtt2017
A voi che ascoltate, io dico...

“Siate realisti, domandate l’impossibile
Mi sono sentito all’improvviso un bisogno d’impossibile.
Le cose così come sono non mi sembrano soddisfacenti.
Questo mondo così come è fatto non è sopportabile.
Ho bisogno della felicità, dell’immortalità,
insomma di qualche cosa che sia forse insensato,
ma che non sia di questo mondo”.

(A Camus, Caligola)

Lettera aperta ottobre 2017 - A voi che ascoltate, io dico... (file di lettura)

cop
Chi lo amerà di più?

Non abbiate paura della tenerezza.
Quando i cristiani si dimenticano della speranza e della tenerezza,
diventano una Chiesa fredda, che non sa dove andare
e si imbriglia nelle ideologie, negli atteggiamenti mondani.
Mentre la semplicità di Dio ti dice: vai avanti,
io sono un Padre che ti accarezza.
Ho paura quando i cristiani perdono la speranza
e la capacità di abbracciare e accarezzare.

(Papa Francesco)

Lettera aperta marzo aprile 2017 - Chi lo amerà di più? (file di lettura)

cop2017GenFebWeb
Perché siete così paurosi?

Mi sono sentito come san Pietro con gli Apostoli
nella barca sul lago di Galilea…
Vi sono stati anche momenti in cui le acque erano agitate
ed il vento contrario,
come in tutta la storia della Chiesa,
e il Signore sembrava dormire.
Ma ho sempre saputo che in quella barca c’è il Signore
e ho sempre saputo che la barca della Chiesa non è mia,
non è nostra, ma è sua. E il Signore non la lascia affondare; è Lui che la conduce,
certamente anche attraverso gli uomini che ha scelto, perché così ha voluto.
Questa è stata ed è una certezza, che nulla può offuscare.
Ed è per questo che oggi il mio cuore è colmo di ringraziamento a Dio
perché non ha fatto mai mancare a tutta la Chiesa e anche a me la sua consolazione,
la sua luce, il suo amore.

(Benedetto XVI, 27 febbraio 2013)

Lettera aperta gennaio febbraio 2017 - Perché siete così paurosi? (file di lettura)