Equipe in gita a Santa Caterina Valfurva

L'equipe in cammino
Gratitudine e gratuità

gruppoValfurva
Gratitudine e gratuità, queste sono le due parole che mi risuonano in mente pensando alla due giorni a Santa Caterina Valfurva, insieme ai ragazzi dell’equipe della carità.

Gratitudine a Dio per il dono del Creato, che si manifesta ovunque, certo, ma ancora più in quelle alture ricoperte di colori e in quei paesaggi che ti lasciano senza fiato, gratuità perché tutto ciò Dio ce l’ha donato gratis, senza nulla in cambio. Gratitudine agli amici che hanno condiviso, con le loro possibilità, ciò che avevano: chi ci ha ospitato in una splendida casa, chi ci ha guidato nel cammino illustrandoci i passaggi e la storia del luogo, chi ha condiviso il cibo affinché anche il corpo potesse essere “a suo agio”, chi ha condiviso semplicemente la sua presenza perché ciascuno è dono per l’altro.
Valfurva2
Gratuità perché anche gli amici hanno donato gratuitamente tutto ciò di cui vi ho scritto sopra. Gratitudine per la Chiesa che si è manifestata in don Luca che, anche non conoscendoci, ha celebrato per noi l’Eucarestia festiva. Gratuità perché l’ha fatto donandoci questo momento, senza nulla in cambio. Gratitudine per il cammino della Carità che a circa 2500 metri si è attivato per pensare, pensare a come rendere l’annuncio di una fede viva e concreta sempre più alla portata dei giovani.

Gratuità perché nel cammino ciascuno mette ciò che è e ciò che può senza chiedere nulla in cambio, ma sapendo che chi opera per il Regno riceverà quaggiù il centuplo e l’eternità. L’equipe ha viaggiato insieme, camminato insieme, vissuto insieme, pensato insieme, giocato e riso insieme. L’ha fatto sentendo a fianco un amico speciale, Gesù, che riesce a tenere unite persone che provengono da luoghi diversi, con sensibilità diverse ma tutte accomunate dal desiderio di essere un filo d’erba nell’immenso prato che è il Regno di Dio.

Valfurva3
L’ha fatto anche stavolta in un luogo che parla ancor più di altri luoghi, della potenza, della bellezza e della grandezza dell’Altissimo. L’ha fatto pensando a quanto è bello poter condividere un dono grande, prezioso e che fa bene, cioè la fede, con altri giovani.

Valfurva4
Grati del momento vissuto davvero donato gratuitamente, ora siamo pronti per la missione che ci attende: essere sale e luce là dove Lui ci chiamerà.

Alessandro