Lettera di saluto di una figlia al padre

Le toccanti parole di Valentina al funerale di suo papà
E sarà un giorno pieno di sole

Panchina
Nella vita troppe volte si pensa di sapere. 
Quando qualcuno perdeva una persona cara, io dicevo sempre che gli ero vicina, di farsi forza, aver coraggio, avevo la sensazione di sapere che dolore profondo stesse provando. "Il grande vuoto" come lo chiamano in tanti... oggi sono io ad aver perso, oggi è successo a me.
Oh padre, nella trincea della malattia eravamo insieme, abbiamo combattuto fianco a fianco, non eravamo soli, abbiamo ingaggiato le migliori armi disponibili, sempre solo il meglio - come ci hai sempre abituato tu - ma il nemico era troppo spietato, abbiamo perso, ma non ci ha vinti.
In questo percorso ti ho visto diventare figlio, e io figlia aiuto, sostegno, sorella: grazie di avermelo permesso. Te ne sei andato dalla mia vita come una montagna se ne va da una pianura e dopo, nella calma, arriverà tutta la parte della mia esistenza con te e della tua con me ad abbracciarmi, a consolarmi, a circondarmi. Leggi tutto...

Carcere della Giudecca 2013

Testimonianze delle ragazze sull'esperienza carcere 2013
Occhi pieni di amore

Immagine50a
Difficile trovare le parole giuste per esprimere l’intensità dell’esperienza vissuta come volontaria nel carcere della Giudecca. Difficile perché le sensazioni, le emozioni, le relazioni vissute in quei giorni sono troppo grandi e troppo belle per essere spiegate nella loro totalità. Il primo impatto con la realtà del carcere non è stato semplicissimo!
Arrivavo da casa appesantita da tutti quei pregiudizi, quelle paure che si mettevano come un muro tra me e questa nuova esperienza.
Eppure è bastato un attimo per abbattere questo muro che sembrava insormontabile!
Appena incontrate le ragazze del carcere ogni paura è passata e si è creato subito un bellissimo clima di serenità e amicizia che è durato per tutta la settimana, migliorando sempre più. Le attività svolte insieme, i balletti, le risate, le paure, le storie dolorose sia per chi le racconta sia per chi le ascolta… tutto è servito per crescere insieme!
Leggi tutto...

Posta dal carcere

Lettere dalla Giudecca: le detenute scrivono alle ragazze
Guardo la notte: in ogni stella una di voi

Immagine40
Dal 9 al 18 agosto... sono giorni che sono volati, come foglie al vento, ma accarezzate da una leggera brezza, dolce e delicata! Giorni che noi detenute abbiamo aspettato con ansia. Se guardo il calendario, non è passato neanche un mese da quando le volontarie se ne «sono andate», ma dentro me, nella mia testa, sembra passata un’eternità...
Sono arrivate in punta di piedi, dentro questa struttura e nei nostri cuori, molto probabilmente per tante, compresa me, in modo inaspettato. Con dei «piccoli» gesti ci hanno fatto sentire importanti, speciali e capite da qualcuno.
Credevano in noi come non tutte le persone sanno o vogliono fare, e senza chiedere niente in cambio, anzi dandoci tanta di quella gioia e speranza che stando in carcere, in troppi momenti della giornata vengono a mancare!
Leggi tutto...

Passiamo all'altra riva 2013

Risonanze
Tra sogni e paure

riva
Passiamo all'altra riva è stata un esperienza unica dove ho avuto l'occasione di guardare dentro me stessa per capire quali erano i miei desideri e le mie paure più profonde...
In questi due giorni ho appreso anche quanto sono preziosa per Dio ma soprattutto che potrò sempre contare su di lui e affidargli i miei sogni e le mie paure.
E' stata un'avventura bellissima che consiglierei a tutte le ragazze che devono affrontare un passaggio così importante come quello che c'è dalla scuola media a quella superiore e ringrazio tutte voi per averci ospitate e aiutate in questo breve cammino che ha fatto nascere tra noi ragazze un'amicizia basata sulla sincerità e sul rispetto reciproco.
M.C.
Leggi tutto...

19 maggio 2013

Lovere - Giornata della Fraternità Spirituale
Essere Charis

acqua
19.05.2012
19.05.2013

365gg, 12 mesi, 1 anno; tanti istanti di vita vissuti dentro un cammino che da allora ha una forza nuova: la Fraternità Spirituale delle sante Bartolomea e Vincenza.
Quando la fatica si è fatta sentire più intensamente la vita è diventata più disordinata e pesante.
Solo quando mi sono guardata dentro grazie a quei punti fermi e al legame che ci unisce, ho ritrovato la comunione con Lui e i fratelli. E’ rinato il desiderio di puntare in alto e ho sentito il giogo meno pesante.
Leggi tutto...

Convegno giovani 2013

Flash dei giovani sul Convegno - Lovere
Ruah! Il respiro della vita… il respiro di Dio

_DSC4944
E capire che ci sono situazioni in cui puoi vivere davvero qualcosa di unico… di speciale… di magico:
quando canti, a squarciagola o sussurrando, una canzone con gli amici,
quando reciti insieme a qualcuno quella preghiera che avete imparato da piccoli,
quando l'emozione e la commozione vi bagna gli occhi con le stesse lacrime e quasi gli stessi singhiozzi,
quando stringi quella persona al petto in un semplice abbraccio ma che dimostra tutto il tuo bene più vero...
Sono in questi momenti che il tuo repiro lentamente si sincronizza con quello dell'altro e ti accorgi che le vostre vite sono legate, che fate parte della stessa storia… e comprendi che lì dentro, in quel "respiro all'unisono" ci sta qualcosa o Qualcuno di più grande… ci sta tutto il Respiro Della Vita… ci sta il Respiro Di Dio...
Tecla
Leggi tutto...