Pellegrinaggio all'alba del 21 novembre 2014

Predica della celebrazione della Messa ore 5.30
Siate perfetti

santuario_sante_Bartolomea_Vincenza
182 anni fa tutta l’opera scaturita da Bartolomea e Vincenza iniziava in maniera semplice e solenne da qui: era un’opera volta – in quell'"ecclesiologia implicita” diffusasi nell’Ottocento che voleva dare una risposta concreta a problemi non nuovi, ma emergenti in quel momento – a ridare dignità ai giovani, alle loro prospettive, ai loro più profondi desideri, a soccorrere le ferite dell’umanità povera e malata. Un’opera sociale, quindi, ma che è voluta partire non da un tavolo di lavoro, bensì da un altare, da una Celebrazione Eucaristica. In ogni azione liturgica, sommamente nella S. Messa, noi siamo di fronte e veniamo resi partecipi della perfezione dell’amore, che si è compiuto in Gesù Cristo innalzato sulla croce, morto e risorto per la nostra salvezza. E la salvezza altro non è che condivisione di quella perfezione propria della Trinità. Lo dice Dio, nell’Antico Testamento: «Siate santi, perché io, il Signore vostro Dio, sono santo» (Lv 19, 2); lo dice il Figlio incarnato, Gesù Cristo: «Siate perfetti, come perfetto è il Padre vostro celeste» (Mt 5, 48). Leggi tutto...

Carcere della Giudecca 2014

Stralci di testimonianze dell'esperienza in carcere
Pensare diverso

Immagine46
Non farò la cronistoria delle giornate dal'8 al 19 agosto, non seguirò l'ordine diacronico degli eventi, non ne sarei in grado, cercherò semplicemente di cristallizzare su una pagina bianca ciò che ho vissuto e provato.
Credevo che dentro al carcere avrei trovato soltanto tristezza, desolazione, buio, rumore di chiavi e cancelli che si chiudono alle spalle, tensioni, aggressività, diffidenza.
Credevo che la mia realtà, il mio mondo, la mia vita di donna libera non si sarebbero mai incontrati con la realtà delle donne del carcere.
Credevo che la mia esistenza sarebbe rimasta separata, distante e lontana da ciò che mi avrebbe circondata. Mi sbagliavo, non è andata affatto così.
Leggi tutto...

Partenza di sr Marianna

Suor Marianna lascia Mariet dopo 8 anni e diventa educatrice in un convitto a Belluno
Piccolo saluto per una grande suora

IMG_0293
Ecco come ti vogliamo salutare noi dell’équipe... consapevoli che, purtroppo o per fortuna, non ci sono ricette per incontrare delle persone importanti per le nostre vite, per costruire con loro un rapporto vero e profondo di Amicizia, per camminare fianco a fianco spiritualmente e ritrovarci - ogni occasione è buona - per raccontare gli uni agli altri momenti, gioie, difficoltà ed emozioni.
Certo nel ricevere la notizia del tuo trasferimento gli occhi lucidi e un nodo in gola non sono mancati, ma in questa lettera e nei nostri messaggi vorremmo farti sentire il nostro sostegno frizzante ed energico, oltre che vero e profondo.
Sappiamo che chi ti chiama è Lui, ed il suo progetto per te è colmo di esperienze meravigliose... e dunque... CORAGGIO!!!
Anche con questo tuo “si” rispondi a Bartolomea... lei che chiedeva alle sue ragazze:
“Qualcuna di voi vuole farsi santa”?
E questa è una delle tappe del tuo cammino verso la Santità. Leggi tutto...

Raduno giovani a San Gregorio Magno

San Gregorio Magno, folla di giovani al raduno 2014 “Nel Fiume della Gioia”
Quell'acqua che tocca la vita e fa esplodere la gioia

rad2014
"Sono i gesti piccoli e semplici che toccano profondamente il cuore delle persone. La gioia ed il sorriso con cui questo gruppo di giovani ha animato il nostro paese rimarrà per lungo tempo impressa nelle nostre menti. Grazie…" (Francesco T. di San Gregorio Magno)

Sono un centinaio i giovani, provenienti dei quattro angoli della penisola, giunti la sera del 24 aprile a San Gregorio Magno per il
raduno Giovani "Nel fiume della gioia", organizzato per il 25-26 e 27 aprile dalle Suore della Carità delle Sante Bartolomea Capitanio e Vincenza Gerosa, meglio conosciute come Suore di Maria Bambina. Tre giorni all'insegna della preghiera, degli incontri, riflessioni, ma anche momenti dove esplode la gioia di vivere attraverso i canti, i balli e l'altruismo, in un periodo grigio in cui sembrano prevalere solo i valori materiali. Leggi tutto...

Lettera del vescovo su Cevo

Brescia 25 aprile 2014 - Lettera del vescovo Luciano Monari sulla tragedia di Cevo
Pasqua, giorno di vittoria sulla morte

cevo
Una croce, alzata in ricordo della visita del Papa, si spezza e uccide un ragazzo di ventun anni; e questo alla vigilia della canonizzazione di Giovanni Paolo II. La coincidenza non può che dare forza alla notizia e suscitare interrogativi, quegli interrogativi che inevitabilmente si pongono quando accade una tragedia: perché avvengono cose simili? il Signore non poteva impedirlo? cosa gli sarebbe costato fare avvenire il crollo poche ore dopo, quando non ci sarebbero stati pericoli per nessuno? E più in genere: è possibile inserire nella propria visione di fede un evento come questo? o dobbiamo solo confessare la nostra impossibilità di capire? Dobbiamo riconoscere che la fede è credibile nel contesto caldo di una chiesa, ma è costretta a diventare muta davanti alle sofferenze più gravi dell’uomo? Leggi tutto...

Esercizi spirituali di fine anno 2013 a Ghirla

Verso l'anno nuovo rigenerati nello Spirito
Con i Pit Stop si vincono le gare

eqGhirla013
Si sa che le auto da corsa, dopo tanti giri a folle velocità, hanno bisogno di una pausa per fare rifornimento e per cambiare le gomme; e come dice qualcuno di saggio "con i Pit Stop! si vincono le gare".

Così, un po' come i piloti, noi giovani membri dell'Equipe (e non solo!) abbiamo vissuto un pit stop! di esercizi spirituali a Ghirla.


Leggi tutto...